Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  giorgio il Mer Set 03, 2008 8:10 pm

????? confused confused confused confused
avatar
giorgio

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 26.03.08
Età : 38
Località : padova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

NO coMMenT

Messaggio  emanuel il Mer Set 03, 2008 4:43 pm

CM dIce VascO....SEnza ParOLe....

emanuel

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  lupocalitrano il Dom Ago 24, 2008 8:49 pm

giorgio ha scritto:Speriamo che il freddo che ci siamo presi serva a qualcosa... Lupo, ma tu ce l'hai il pass?

si giorgio c'è lo il pass... chiedi a the doctor se c'è la................
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  giorgio il Dom Ago 24, 2008 5:47 pm

Speriamo che il freddo che ci siamo presi serva a qualcosa... Lupo, ma tu ce l'hai il pass?
avatar
giorgio

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 26.03.08
Età : 38
Località : padova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  lupocalitrano il Dom Ago 24, 2008 3:39 pm

enzlu ha scritto:Un anonimo l'ha scritta, io la offro a tutti quelli che ...

“Guardala , la terra è più tenera del cielo.
Non restare tutta la vita
Con le unghia conficcate
Nella tua anima o in quella degli altri.
Porta il tuo paese in testa come si porta
l’immagine dell’amata.”

EnzLu

è bellissima questa poesia....
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re: Maratona musicale ...

Messaggio  enzlu il Sab Ago 23, 2008 9:27 pm

Un anonimo l'ha scritta, io la offro a tutti quelli che ...

“Guardala , la terra è più tenera del cielo.
Non restare tutta la vita
Con le unghia conficcate
Nella tua anima o in quella degli altri.
Porta il tuo paese in testa come si porta
l’immagine dell’amata.”

EnzLu

enzlu

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 11.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://enzlu è 'vista' su http://blocco2.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  lupocalitrano il Sab Ago 23, 2008 4:16 pm

caniodica ha scritto:Ma allora lunedì 25 ci saranno o no i carotaggi a Pero Spaccone?

da i diversi articoli sui giornali i carotaggi sono stati rinviati a data da destinarsi... ora bisogna aspettare l'incontro dei sindaci con il nanetto malefico...
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  caniodica il Sab Ago 23, 2008 3:47 pm

Ma allora lunedì 25 ci saranno o no i carotaggi a Pero Spaccone?
avatar
caniodica

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

lettera degli irpini a bassolino

Messaggio  lupocalitrano il Gio Ago 21, 2008 2:26 pm

in questo link http://www.irpinianews.it/Attualita/news/?news=34557 troverete la lettera inviata a bassolino dai cittadini dell'alta irpinia.....
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  lupocalitrano il Gio Ago 21, 2008 11:56 am

A.DiCarlo ha scritto:
Bertolaso, inoltre, ci ha garantito che la discarica, se dovesse essere realizzata, sarà l'ultima ad aprire in Campania e solo in caso di necessità.

Di questa promessa bisogna fare buon uso!

Il vertice tra i sindaci del Formicoso ed il Capo di Governo, dunque, si farà. Con molta probabilità già la prossima settimana.

Bisogna (è di fondamentale importanza!!) che ci siano anche i sindaci dei comuni pugliesi che berranno l'acqua del lago di Conza: bisogna mostrargli quanto consenso rischia di perdere. È la sola cosa che gli interessa!

noi speriamo che sia vero quello che dice bertolaso ma è ancora meglio se la discarica non la fanno proprio....

e si a quest'incontro dovranno partecipare sicuramente pure i sindaci pugliesi per la potabilizzazione dell'acqua del lago di conza per dire no al formicoso come discarica...
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  A.DiCarlo il Gio Ago 21, 2008 11:52 am

Bertolaso, inoltre, ci ha garantito che la discarica, se dovesse essere realizzata, sarà l'ultima ad aprire in Campania e solo in caso di necessità.

Di questa promessa bisogna fare buon uso!

Il vertice tra i sindaci del Formicoso ed il Capo di Governo, dunque, si farà. Con molta probabilità già la prossima settimana.

Bisogna (è di fondamentale importanza!!) che ci siano anche i sindaci dei comuni pugliesi che berranno l'acqua del lago di Conza: bisogna mostrargli quanto consenso rischia di perdere. È la sola cosa che gli interessa!

A.DiCarlo

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 28.01.08
Località : Zürich

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

AVETE SENTITO COSA DICONO I POLITICI DI AVELLINO

Messaggio  lupocalitrano il Gio Ago 21, 2008 11:29 am

IERI SU TELE NOSTRA HANNO INTERVISTATO UN PAIO DI POLITICI IRPINI E TUTTI HANNO DETTO NON SIAMO VDNUTI AL FORMICOSO XCHè QUANDO SI DOVEVA MANIFESTARE A SAVIGNANO E A DIFESA GRANDE I SINDACI DELL'IRPINIA SE NE SONO FREGATI... MA QUESTO NON è VERO XCHè NEL PERIODO CHE SI MANIFESTAVA A DIFESA GRANDE IL NOSTRO EX SINDACO V.M. ERA LI A DIRE NO A DIFESA GRANDE E COSI ALLA MANIFESTAZIONE X DIRE NO A SAVIGNANO P.D.M. ERI AD AVELLINO A DIRE NO A SAVIGNANO E LORO CHE HANNO FATTO DI NOI SE NE SON FREGATI...
VERGOGNATEVI..........
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

DA 15 ANNI CHE SI LOTTA SUL FORMICOSO

Messaggio  lupocalitrano il Gio Ago 21, 2008 11:25 am

è DAL LONTANO 1993 CHE SI LOTTA SUL FORMICOSO X DIRE NO ALLA DISCARICA.....





Formicoso, una battaglia che dura da 15 anni




Andretta. Una battaglia lunga quindici anni. La lotta per la difesa del territorio, i presidi, le assemblee, la nascita del comitato «Nessuno tocchi il Formicoso», le tante iniziative clamorose messe in atto per salvaguardare il territorio rappresentano un simbolo delle lotte antidiscarica ed ambientaliste in generale. I giovani di Andretta, Bisaccia e dell'intera zona sono cresciuti con l'incubo sversatoio, con la determinazione di chi vuole salvaguardare il lavoro e l'eredità di genitori e nonni, ma anche con un timore costante. Dal lontano 1994, infatti, gli allarmi sono risuonati continuamente, quasi ogni anno. Oggi si gioca quella che tutti considerano la partita più importante. Vuoi perché in ballo c'è la realizzazione della megadiscarica, così come hanno ribattezzato da queste parti l’impianto per rifiuti urbani e speciali che Governo e commissariato sembrano orientati a costruire in questo lembo di Irpinia d'Oriente, vuoi perché sventare l'ennesimo «assalto» potrebbe essere preludio di una vittoria definitiva. Oggi, come due anni fa, come nel 1994, si rivivono le stesse paure, si rivedono le stesse facce pronte a lottare. La storia parte nel 1994, col primo campanello di allarme e il presidio antidiscarica dei cittadini. «Pero Spaccone» viene tirata in ballo nuovamente l'anno dopo. E la gente reagisce con la stessa forza e determinazione. Arriva la polizia, ma si ritira senza cariche e, soprattutto, senza entrare sul sito. Passano gli anni, portandosi dietro un rischio discarica che sembra sempre più destinato a concretizzarsi. La vicenda torna d’attualità a cavallo tra il 1998 ed il 1999. Il Formicoso viene nuovamente tirato in ballo. La gente nuovamente reagisce. La polizia arriva ancora e, stavolta, carica per prendere possesso del sito. I cittadini si oppongono e, alla fine si conteranno diversi feriti. Centinaia di persone si alternano in un presidio lungo un mese ininterrotto. I celerini restano ben due giorni e due notti sul Formicoso. Ancora una volta, però, la gente non molla e prevale, grazie al sostegno ed all'interessamento dell'allora Vescovo Nunnari che intercede con il suo conterraneo Minniti, alora sottosegretario all'Interno, per fermare le cariche e convincere la polizia a fare marcia indietro. Al fianco dei cittadini anche gli amministratori, che tengono un consiglio comunale permanente sul Formicoso, che affiancano la popolazione di fronte alla polizia. Non mancano iniziative eclatanti come lo sciopero della fame del sindaco di Bisaccia Marcello Arminio, alcuni cittadini che si accampano sul tetto del comune di Bisaccia per due giorni, un giovane che sale su un traliccio minacciando di buttarsi. Il resto è storia dei nostri giorni. Il commissario Catenacci individua nuovamente il Formicoso ma è la presidente della Provincia Alberta De Simone a dire ”No”. Il rischio di una discarica sul Formicoso rimane, però, sempre vivo sotto la cenere dell’emergenza rifiuti regionale, fino all’ultima individuazione e all’inserimento di Andretta tra i siti del Decreto del Governo Berlusconi. Rabbia e timore sono tornati sentimenti preponderanti tra la gente del Formicoso che, ancora una volta, è decisa a non arrendersi. É pronta a scendere in campo e lottare, con la solita rabbia e la determinazione di chi ha sempre lavorato e sudato in silenzio, senza aspettare e ricevere regali. li.sa.
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

QUALSCOSA INIZIA A MUOVERSI

Messaggio  lupocalitrano il Gio Ago 21, 2008 11:24 am

ECCO DEGLI ARTICOLI DEL MATTINO DI IERI CHE DICEVA CHE I CAROTAGGI VENGONO SPOSTATI ANCORA UNA VOLTA A DATA DA DESTINARSI....





«Spiegheremo al premier il no alla discarica»



MICHELE DE LEO Andretta. Sul Formicoso risuonano ancora le note di Vinicio Capossela. Ma è già tempo di rimettersi al lavoro e cercare di contrastare l'ipotesi di apertura del mega-sversatoio. L'eco che la giornata di musica e di festa ha prodotto su questa vicenda contribuisce a far arrivare i primi risultati. I carotaggi a Pero Spaccone sono nuovamente rinviati. La notizia viene comunicata al sindaco di Andretta, Tonino Caruso, nel corso dell'incontro tra i tecnici della struttura commissariale e quelli del comune. Lo scopo della riunione era di concordare i rilievi sul sito e la caratterizzazione delle matrici ambientali che sarebbero dovuti cominciare lunedì prossimo. Invece, sono stati posticipati per consentire agli amministratori locali di incontrare il Premier Berlusconi. Il vertice tra i sindaci del Formicoso ed il Capo di Governo, dunque, si farà. Con molta probabilità già la prossima settimana. Un appuntamento nel quale si nutre grossa fiducia. «La possibilità di una svolta per la vicenda - evidenzia il sindaco di Bisaccia Marcello Arminio, artefice della richiesta di incontrare il Premier - può arrivare solo nel corso dell'incontro con Berlusconi. A lui presenteremo le nostre ragioni e le motivazioni del «No» ad una discarica a Pero Spaccone». L'incontro tenutosi ieri a Napoli è stato alquanto interlocutorio. I tecnici della struttura commissariale hanno ribadito la necessità di effettuare la caratterizzazione delle matrici ambientali. Quelli del comune di Andretta, coordinati dal professore Canuti dell'Università di Firenze, non hanno mancato di sottolineare le motivazioni tecniche che impedirebbero la realizzazione di un impianto simile sul Formicoso. L'incontro è aggiornato proprio a lunedì prossimo, in località Pero Spaccone. Lì dove ha cantato Capossela si rincontreranno i tecnici delle due parti. Senza trivelle ed analisi da eseguire. Solo per un sopralluogo che possa meglio consentire di concordare le indagini da effettuare. «Il rinvio dei carotaggi - dice il sindaco Caruso - dimostra come non sia necessario imprimere un'accelerazione alla vicenda. Questo alimenta la nostra speranza e ci concede di prendere tempo per continuare a lavorare in funzione-salvaguardia». Tempo anche per chiedere ai parlamentari ed alla politica, assenti all'iniziativa dell'altro giorno, un impegno concreto e fattivo. Anche in questo senso non mancano prime testimonianze. «L'attenzione mia e del partito - evidenzia il Senatore Cosimo Sibilia - è massima. Con l'onorevole Gargani abbiamo già spiegato le ragioni dei sindaci e delle comunità al sottosegretario Bertolaso, ottenendo la promessa di indagini approfondite e rilevamenti tecnici accurati per verificare l'idoneità del sito individuato quindici anni fa. Bertolaso, inoltre, ci ha garantito che la discarica, se dovesse essere realizzata, sarà l'ultima ad aprire in Campania e solo in caso di necessità. Su questo continueremo a vigilare». Il sostegno della politica è, per amministratori e cittadini, alquanto importante in vista della dell'incontro con il Premier, l'appuntamento nel quale si nutrono le maggiori speranze per provare a sconvolgere un destino che sembra aver già segnato queste aree dell'Irpinia d'Oriente. «Se Berlusconi fosse qui - aveva dichiarato Arminio l'altra sera dal palco - sicuramente avrebbe già cambiato idea per la bellezza di questo paesaggio e l'aria pura che si respira».
avatar
lupocalitrano

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 31
Località : calitri

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  caniodica il Gio Ago 21, 2008 11:15 am

enzlu ha scritto:Per me è stato addirittura "urtante" vedere bandiere di partito e di organizzazioni. Io ho sempre sperato che la giornata fosse di "nessuno", come recitava uno striscione, cioè di "nessuna persona" o "nessuna organizzazione" quindi aperta a tutti, perché il problema e la terra sono di tutti. Così non è stato. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.
Ecco perchè ho mosso le mie critiche all'organizzazione della giornata.
I cretini ci sono sempre, non trovo grave che c'era gente che non era interessata al problema, che buttava la bottiglia a terra. Quelli ci sono ovunque in Italia.
Ho trovato grave proprio il fatto che qualcuno ha pensato che la manifestazione fosse sua e la potesse pilotare in un certo modo, dando spazio ad interventi di un certo tipo, piuttosto che ad altri di carattere informativo/scientifico. Inoltre trovo grave anche il fatto che non si sia convolta la regione Puglia che beve da noi, né rappresentante politici nazionali che sarebbero stati vicini alla questione.
avatar
caniodica

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  A.DiCarlo il Gio Ago 21, 2008 10:52 am

Enzo, io sono convinto del fatto che ciascuno deve assumersi la responsabilità delle proprie azioni, che starà poi a tutti gli altri giudicare.

Nel tuo post accenni a persone/associazioni che si sono opposte al concerto/manifestazione. Chi/quali sono? E con quali argomentazioni ci si sono opposte?

Ancora, parli di amministratori locali che hanno messo il "cappello" sulla manifestazione. Forse non sanno che questo può ritorcerglisi contro, quando tutti venissero informati della loro assenza nell'esercitare la dovuta pressione sui politici nazionali di riferimento.

Neanche i deficienti dei politici locali eletti al parlamento di tutti i partiti!! Se glielo fai si incazzano.

Purtroppo non so i nomi dei parlamentari eletti in Irpinia, ma è possibile che tutti loro si siano trasferiti a Roma con tutta la famiglia e che non gli interessi minimamente la pulizia dell'acqua che i propri parenti rimasti bevono e dell'aria che respirano? Con quale faccia si ripresenteranno a chiedere i voti della popolazione che stanno avvelenando?

Qui si innesta il secondo discorso sulla comunicazione: la gente deve sapere cosa rischia.
L'informazione deve puntare sui dati tecnici: in primis l'incidenza di tumori. Già qualche anno fa, la rivista medica "The Lancet Oncology" fornì dei dati esorbitanti per la Campania. Vedi al link una mia lettera pubblicata da Beppe Severgnini sul Corriere on-line datata Settembre 2004

http://sitesearch.corriere.it/engineDocumentServlet.jsp?docUrl=/documenti_globnet5/mondo_corriere/Italians/2004/09/15/05040915.xml&templateUrl=/motoriverticali/italians/risultato.jsp

Come vedi, mi interesso dell'argomento da diversi anni: qui un'altra lettera di Maggio 2008

http://sitesearch.corriere.it/engineDocumentServlet.jsp?docUrl=/documenti_globnet5/mondo_corriere/Italians/2008/05/27/03080527.xml&templateUrl=/motoriverticali/italians/risultato.jsp

A differenza però di altre volte in cui le mie lettere sono state pubblicate, in entrambi i casi non ho ricevuto alcuna e-mail di commento, a conferma del fatto che, tolti i diretti interessati, la cosa non interessa a nessuno.

Oltre al concerto, sarebbero necessari volantini, convegni, manifesti e soprattutto coinvolgere qualche giornalista SERIO. È vero: ignoranti e cretini non capirebbero, ma le persone di cultura ed intelligenti sì, moltiplicando in tal modo i punti di pressione. Bisogna spiegare ai bambini delle scuole che cos'è una discarica e quali sono i suoi effetti. Ci penseranno loro a far pressione sui genitori ed a far nascere in loro il dubbio che forse sarebbe meglio fare qualcosa, per il bene di tutti. Bisogna instillare il terrore nella gente, così come ha fatto Berlusconi con i ROM prima delle elezioni. È necessario erigere un muro di consenso il più compatto possibile, perchè dall'altra parte c'è uno che possiede 3 reti televisive private + (da presidente del consiglio) 3 reti pubbliche + svariati giornali. Bisogna riuscire a comunicare con la Comunità Europea, che ha già condannato la politica del governo sulle discariche. Non so se esistono gli estremi per una Class Action; ci sarà pure qualche avvocato che potrebbe interessarsene?

Fare un concerto per dire no alla discarica va bene a far sentire che si è ancora vivi, ma c'è bisogno di molto ancora, se lo si vuol rimanere ancora a lungo.

Buona giornata a tutti
Antonio

A.DiCarlo

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 28.01.08
Località : Zürich

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  katia il Mer Ago 20, 2008 8:36 pm

Grandioso Enzo......si percepiva il tuo stato d'animo, la voluttà, la passione vera.....che a molti manca purtroppo....ecco perchè si fa la discarica.....non c'è più passione... Sad
avatar
katia

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re: Maratona musicale ...

Messaggio  enzlu il Mer Ago 20, 2008 7:35 pm

... va bene, parliamo di lunedì.
La manifestazione è nata "a furor di popolo" perché istintivamente si era capito che senza "fare rumore" non si riusciva ad attirare l'attenzione dei media (finanche locali!) sul problema della discarica a Pero Spaccone.

Chi ha potuto e voluto, (perché ci sono stati anche alcuni contrari alla manifestazione) ha messo in cantiere una qualche attività. E' stato giocoforza che qualche organizzazione "istituzionale" non avendo perso il vizio di dare lezione, come sempre, "ha messo cappello" sulla manifestazione stessa, tentando di "indirizzare" i contenuti governando gli interventi, ovvero appropriandosi di forza del "tempo concesso".

Si sapeva dall'inizio che sarebbe stato così. Cioè che tanti sarebbero venuti "per vedere il concerto" di Capossela, mettendo in secondo piano ogni altra attività. Tanti, non analizzando il messaggio della "convocazione al Formicoso" avevano solo capito(?) che si trattava di un concerto. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.

Ho già tentato di spiegare in altri post, come in una società della comunicazione "chi non comunica non esiste!". E poiché in tutti questi anni non si è fatta comunicazione, in qualche maniera, sulla nostra terra e su chi l'abita, molti pensano che non esistiamo, con le conseguenze che sapete.

Gli amministratori pubblici in questi anni 'non si sono accorti' (faccio finta di dirlo in buona fede ma non ci credo), che dall'epoca di "pappacone" siamo passati, già da un po' di tempo ad Internet. Essi hanno favorito una comunicazione su tempi e spazi brevi, giusto per permettere 'a qualche buon amico' di accedere e consumare un po' di soldi dei fondi europei (nelle forme e nei modi che conoscete). Il resto erano parole in forma di fumo. Ipotesi per il futuro che all'impero di nusco non interessavano. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.

Per queste ragioni essi sono complici dello sfacelo della nostra terra. Non hanno mai creduto "vera_mente" che potesse avere un destino diverso. Hanno fatto naufragio con le loro coscienze (come dice Franco Arminio nel suo libro 'Vento forte tra Lacedonia e Candela'). Sono incapaci di "comunicare emozioni", perché non ci hanno mai creduto e non le hanno coltivate. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.

Per queste ragioni voi avete percepito nei loro finti appelli una sorta di inconsistenza o forse di malcelata impotenza.

Per avere successo bisognava che gli organizzatori fossero anche comunicatori sopraffini, avvezzi ai nuovi strumenti di persuasione e sapete che non è stato così. Viceversa i comunicatori non sono stati in grado di "governare" i contenuti del raduno, dando un filo logico ed una informazione chiara e agitatoria della situazione e delle prospettive. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.

Ora però riflettete: se la maggior parte delle persone è venuta, come voi dite, solo per sentire Capossela, e solo marginalmente interessata al problema discarica, avrebbe sopportato, gradito, accettato tacitamente discorsi sul perché e sul percome lunghi e tediosi? Avrebbe accettato di sentire quei "predicozzi" che si sono sentiti senza fischiare, protestare, rintuzzare che erano là soprattutto per Capossela? Sarebbero venuti in tanti?
Io credo che non l'avrebbero fatto. E se "la convocazione per il raduno" fosse stata più "militante" credo che molti non sarebbero venuti. Per me è stato addirittura "urtante" vedere bandiere di partito e di organizzazioni. Io ho sempre sperato che la giornata fosse di "nessuno", come recitava uno striscione, cioè di "nessuna persona" o "nessuna organizzazione" quindi aperta a tutti, perché il problema e la terra sono di tutti. Così non è stato. Nonostante tutto bisognava farlo il raduno.

Vediamo perché bisognava farlo.
Innanzitutto NON CONTAVA IL NUMERO DEI PARTECIPANTI: perché contarsi significava accettare la logica della "misura" e cioè che è possibile fare le discariche dove i valori delle misure (popolazione, terra coltivata, estensione dei parchi eolici, archeologici, idrici o natulaistici ecc.) risultano più bassi.
In secondo luogo NON CONTAVA LA QUALITA' DEI PARTECIPANTI , perché quando invochi "le masse" (come si diceva una volta) poi non puoi fare ad esse "l'esame del sangue", cioè ammettere, accettare solo chi possiede le qualità che tu vorresti che essa avesse. Se, come abbiamo visto, ha partecipato pure "il popolo porco" allora va bene lo stesso, giacché sappiamo essere molto difficile, lungo e doloroso tentare di far cambiare opinione alla gente in pochi secondi. L'errore più grande è stato non sapersi trovare un alleato. Una regione alleata.

Il concerto bisognava farlo solamente PER DIMOSTRARE CHE ESISTIAMO !! E solo per questo. Ogni altra ipotesi è vana. La discarica la fanno a Pero Spaccone perché ai loro occhi non esistiamo o comunque siamo pochi, e non perché è il miglior posto dove farla.

Questa battaglia si vince se siamo in grado di trasmettere ad altri (cretini, persone, paesi, province, regioni ecc.) 4 facili informazioni che anche i cretini potrebbero capire:
1) - Questa discarica di dimensioni mostruose, NON C'ENTRA ALCUNCHE' CON LA CRISI DELL'IMMONDIZIA DI NAPOLI, ne è totalmente slegata, quindi non è fatta sotto lo stato di necessità dell'impellenza (basta riflettere che per il Governo Napoli è stata ripulita, quindi non sarebbe necessaria). In essa saranno smaltiti i rifiuti "tossici e nocivi" (secondo quanto scritto nel decreto) che come si capisce bene non c'entrano con i "rifiuti solidi urbani" che hanno provocato la crisi a Napoli. Gli scemi capiscono o no?
2) - Il decreto di istituzione non parla di "piattaforme polifunzionali" o di altre cose variamente denominate. Queste forme di dizione sono fatte apposta per sviare dalla drammaticità della discarica. L'articolo 9 del decreto di istituzione è intitolato "DISCARICHE" punto e basta. Vogliono o non vogliono capire i cretini? Non ci sono altri termini né altri aggettivi "addolcenti" la pillola. E' e sarà una gigantesca discarica!.
3) I materiali che saranno ivi accumulati, non sono di passaggio!!! La discarica non è un'area temporanea in cui "appoggiare" il materiale per poi col tempo toglierlo e spostarlo eventualmente nei "termovalorizzatori" (altra parola inesistente, che nei documenti ufficiali figura come 'inceneritori', brutalmente). Il tossico-nocivo NON E' ULTERIORMENTE TRATTABILE, sotto nessuna forma. Quindi una volta depositato starà là IN ETERNO!!!
4) Stanti i primi tre punti QUESTA DISCARICA POTREBBE ESSERE FATTA OVUNQUE IN ITALIA!!! Quindi conviene combattere fino all'ultimo momento per non farla quì. E poiché il 90% e oltre del tossico nocivo prodotto in Italia proviene dal NordItalia, noi siamo costretti a subire la discarica su pressione del NordItalia attraverso la Lega, vera vincitrice delle elezioni in Italia (Controllare per bene i risultati elettorali per capire).

Qualsiasi altra argomentazione stante l'urgenza risulta essere solo "a carattere morale". Mi riferisco a discussioni riguardanti: il paesaggio, i paesi, le genti, le tradizioni, la cultura, il grano, l'acqua, l'archeologia ed il resto. Queste bestie feroci che hanno previsto la discarica NON LO VOGLIONO SENTIRE UN DISCORSO IMPERNIATO SU QUESTI TEMI. Neanche i deficienti dei politici locali eletti al parlamento di tutti i partiti!! Se glielo fai si incazzano. NEL TROIAIO CHE E' DIVENTATA L'ITALIA certi prodotti non trovano "mercato".

Adesso mi fermo perché "m'é acchianata la pressiòn".

EnzoLuongo

enzlu

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 11.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://enzlu è 'vista' su http://blocco2.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  admin il Mer Ago 20, 2008 5:56 pm

caniodica ha scritto:Io comunque resto dell'idea, per ritornare alla manifestazione di Lunedì, che non si sia offerto uno straccio di spunto di discussione a quelli che erano presenti non solo per il concerto, ma che volevano sapere ciò che non trovano scritto sui giornali.

In effetti quel che dici è vero, ma direi che non si debba essere troppo critici nei confronti di una manifestazione organizzata in fretta e con pochi mezzi, fondata su puro volontarismo...
Sicuramente - vista dopo - varie cose potevano essere migliorate, ma nn credo che se anche tutto fosse stato "perfetto" l'esito finale della protesta sarebbe cambiato: insomma, confidiamo che i carotaggi dal 25 agosto rilevino falde acquifere, o magari qualche reperto che - in Italia - nn manca (quasi) mai!

_________________
Marco - www.itacamedia.it
avatar
admin
Admin

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 39
Località : Calitri

Vedi il profilo dell'utente http://www.itacamedia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  caniodica il Mer Ago 20, 2008 5:49 pm

Io comunque resto dell'idea, per ritornare alla manifestazione di Lunedì, che non si sia offerto uno straccio di spunto di discussione a quelli che erano presenti non solo per il concerto, ma che volevano sapere ciò che non trovano scritto sui giornali.
avatar
caniodica

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re: Maratona musicale ...

Messaggio  enzlu il Mer Ago 20, 2008 4:36 pm

Mi intrometto un po' nella discussione con discrezione ed educazione.
Mettiamola così, giusto per semplificare:
1) - In una società della comunicazione, come la nostra, chi non è informato o non si informa adeguatamente "è ignorante per scelta" e non come quando io ero bambino che si era "ignoranti per condizione". Sono stupidi! Molto stupidi!! Al limite: cretini! Perché si tratta della loro vita e della loro famiglia.
2) - Se si cerca di spiegare una cosa intelligente ad un "ignorante, al limite cretino" si perde tempo. Essendo cretino non capirebbe. Ed in fondo non desidera sapere. Perché sapere, o essere coscienti, implica responsabilità, implica il prendere decisioni. E questo il cretino lo evita accuratamente. Anzi "agguattato" nel grasso della sua cretinaggine, spera che altri si occupino anche dei "ca$$i" suoi, in modo da avere sempre la porta aperta per la lamentela, la critica e il successivo necessario e liberatorio (per lui) insulto.
3) "l'ignorante al limite cretino, successivamente indicato solo come cretino" di cui purtroppo ci occupiamo, è un essere speciale: gode della proprietà della metamorfosi. Infatti, appena i "ca$$i" suoi, a suo insindacabile giudizio non tornano, egli si tramuta in "sbronzo" (b=t) cominciando ad insultare e deridere quelli che inutilmente tentano di farlo ragionare. E' il più feroce insultatore che esista: del resto è cretino, e allora... .
4) - Se alla sfortuna di aver incontrato un cretino aggiungete l'ulteriore sgambetto che egli risulta essere anche un " meridionale emigrante" (l'espressione completa sarebbe: l'ignorante, al limite cretino, meridionale ed emigrante) allora sarebbe meglio tornare a casa subito e lasciar perdere. Il meridionale cretino emigrante infatti, rappresenta la parte più retriva della società "civile". Egli non si confronta con le altre classi sociali. Ritiene di essere migliore. Anzi "il" migliore. Non c'è ragionamento, suggerimento, esperienza, che egli non abbia già affrontato e risolto. Sta come gli "imam" sempre col dito indice puntato e variamente oscillante, ad indicare l'imbecillità degli altri, che non avendo "visto, vissuto e sopportato l'estero" non possono capire (secondo lui).
5) - Il meridionale emigrante cretino è anche cattivo. La sua cattiveria è nota da tempo ed è una delle ragioni del suo crudele odio verso la sua terra e chi la popola: egli è accanitamente nemico giurato della sua terra perché essa non ha saputo accoglierlo, trattenerlo, dargli un'occasione di vita e di speranza, per cui essa è "veramente matrigna" (leopardi). La sua terra nel suo immaginifico, rappresenta tutto il male possibile del mondo ed egli, con sadica vendetta, può così ritenersi libero di insultare impunemente chiunque cerchi di dire, spiegare, illustrare che tale assunto non è vero. Più metterete in evidenza l'irrazionalità di tale atteggiamento, o più metterete in evidenza che la "vostra terra" è migliore di quanto lui la stimi, più vi sarà nemico, vi irriderà, vi sfotterà, vi suggerirà soluzioni a problemi che non conosce (vedi punto 1).
6) Egli soffre talvolta di una sindrome tristissima ed incurabile: è pure leghista, in casi estremi!. Quindi attenzione!!
7) - l'ignorante, al limite cretino, meridionale, emigrante e nel caso leghista, segue una sola filosofia di vita sintetizzabile in tre punti:
a) - in politica segue "il partito della pagnotta: mangia, beve e n'n s' n' fott'";
b) - in economia il principio: "sazia la panza mia, sazia totta la cumpagnia (se i ca$$i miei vanno bene..)";
c) - in sociologia il principio: "che ne volete sapere voi dei vostri problemi!"
Cool - Naturalmente se tutti i punti precedenti invece che riferirli a "l'ignorante, al limite cretino, meridionale, emigrante e nel caso leghista" fossero riferiti, (togliendo progressivamente una parola alla volta iniziando,a piacere, dall'inizio o dalla fine), a: "meridionale cretino" e poi a seguire fino a "cretino", capite bene che non cambierebbero di una sola virgola.
===========
Quanto poi alla constatazione che alcuni sono sensibili ed altri no a certi temi, dal mio punto di vista è abbastanza facile rispondere: è solo questione di natura! C'è in ballo solo uno dei cinque sensi: la vista.
C'è chi è nato "lungimirante" e quindi risulta di fatto sensibile, e chi invece è nato "orbo o cieco" e cioè non ci vede. Dovreste essere "Cristo" (Absit iniuria verbis) per poter ridare la vista ai ciechi!!!

Vai Facile Irpinia d'Oriente!! Fai le cose in cui credi prima di tutto per Te, non solo per come le desiderano gli altri.
EnzoLuongo

enzlu

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 11.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://enzlu è 'vista' su http://blocco2.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  caniodica il Mer Ago 20, 2008 1:34 pm

Infatti uno non deve essere preso e informato comodamente, ma semplicemente deve avere gli spunti e i mezzi per informarsi autonomamente e intraprendere un dibattito.
Ma questa purtroppo è una cosa troppo lontana dalla realtà. E Lunedì si è persa una grande occasione per farlo.
avatar
caniodica

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  Ospite il Mer Ago 20, 2008 1:27 pm

E inoltre mi informo da solo e non aspetto che qualcuno venga e mi prenda con pazienza per raccontarmi il tutto (è troppo comodo) e poi fare considerazioni come quella di prima. E faccio di più. Cerco di informare. Più di questo non so che fare, sinceramente, davanti ad un mare di persone inerti con il 100 euro in tasca il vino più costoso in mano per fare i "uappi" nelle strade del paese.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  caniodica il Mer Ago 20, 2008 1:27 pm

Non è vero che non si informano o non ci tengono. Più semplicemente non trovano l'informazione che cercano e non sempre è una loro colpa.
Per quanto riguarda la manifestazione, noi due ed altri (pochi) possiamo avere la presunzione di dire che eravamo lì per tutto il resto, e non solo per il concerto, ma purtroppo siamo pochi, troppo pochi, e questa è la nostra debolezza. Per ora non possiamo far altro che continuare l'azione comunicativa che abbiamo intrapreso nel nostro piccolo.

A proposito, voglio proprio vedere quante persone saranno a Pero Spaccone il 25 quando sono previsti i carotaggi...
avatar
caniodica

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 04.02.08
Età : 30

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  Ospite il Mer Ago 20, 2008 1:17 pm

Caro Canio,
è vero e condivido assolutamente quello che dici, nel senso che potevano sfruttare molto meglio la manifestazione, che invece si è trasformata in tutt altro. Ma per gli ALTRI si è trasformata in tutt altro. Per me no, come penso anche per te. Sbaglio? Nulla da togliere al maestro Vinicio, ma io fondamentalmnte sono andato lì non per vedere lui, sarei andato lo stesso anche se non c'era nessuno.
Ti voglio far notare una sottile differenza. Anche noi due non stiamo quasi mai a Calitri. Io in un anno ci starò al massimo 45 giorni, di cui 30 mese di Agosto. Quindi anche noi siamo gente che stiamo "al nord" o comunque siamo andati via. Ma allora perchè appena letto sui giornali o sentito in televisione il nome Andretta (AV) località Formicoso ci è saltato il cuore in gola e ci siamo subito attivati per informarci e capire cosa stava succedendo? Te lo ha detto mai qualocuno di fare questo? A me no. E allora perchè gli altri non si sono interessati o non si interessano? Sono nella nostra stessa situazione. Ecco perchè sono incazzato come una bestia. Perchè io vivo in Ancona a 500 chilometri da qui, Giorgio vive a Padova a 800-900 (più o meno) chilometri da qui, tu stai a Siena che è pure molto lontana e ci informiamo almeno di quello che succede e cerchiamo di dare il nostro contributo e altri che vivono a Napoli, Potenza, Avellino, Salerno, Pescara, Milano, Bologna, Reggio Emilia, Roma e via dicendo non si interessano minimamente e guardano da lontano la situazione come se fossero i presidenti degli Stati Uniti d'America?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Maratona Musicale CONTRO LA DISCARICA con Vinicio Capossela

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum