Crisi finanziaria

Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  oile il Sab Ott 18, 2008 9:08 am

"bada bene: Tremonti è ministro di Berlusconi!)".....per meglio precisare il mio pensiero..... a me Berlusconi, Prodi ed altri politici non dicono piu' niente ,da diverso tempo non vado piu' a votare e non credo nemmeno nella magistratura.Spesso invito gli altri a non andare a votare :è l'unico rimedio per migliorare le cose in Italia!

oile

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 29.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  oile il Sab Ott 18, 2008 8:39 am

Ha detto Tremonti (bada bene: Tremonti è ministro di Berlusconi!) in un'intervista alla "Storia siamo noi" che questo modello economico è sbagliato! Si deve per forza avere una crisi ad intervalli regolari:
1. Anni 30
2. Anni 70 (il costo del petrolio alle stelle, ricordate?)
3. 2000........ecco perchè il ministro Tremonti ed altri esperti delle finanze si riuniscono spesso per creare delle regole giuste e riparatrici al disastro economico......per il resto ,probabilmente mi sarò spiegato male ma...chi voleva capire ha capito Smile

oile

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 29.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  vaffankiappolo il Sab Ott 18, 2008 4:07 am

In Russia ,in Cina ,nei paesi dell'est europeo, dopo anni di ideologie marxiste socialiste dove tutti vestivano allo stesso modo, alla caduta dei "muri" si è scatenato un capitalismo selvaggio e mafioso che sta minando le regole dei paesi occidentali

A parte che non vestivano tutti allo stesso modo (che fantasia!), il capitalismo sfrenato selvaggio e mafioso che MINA LE REGOLE DEI PAESI OCCIDENTALI non è certo dovuto a Russia o comunismo.
Altrimenti dovrei pensare che nella crisi del '29 ci fosse qualche comunista che distrusse il mercato americano..
Ha detto Tremonti (bada bene: Tremonti è ministro di Berlusconi!) in un'intervista alla "Storia siamo noi" che questo modello economico è sbagliato! Si deve per forza avere una crisi ad intervalli regolari:
1. Anni 30
2. Anni 70 (il costo del petrolio alle stelle, ricordate?)
3. 2000

Ogni 30-40 anni ci deve essere una crisi ed i risparmiatori devono perdere i soldi. Poi, passati i primi anni (o meglio, dimenticata la crisi) si riprende fiducia nel mercato e si comincia ad investire. Le azioni, i beni, le case, il petrolio salgono alle stelle perchè tutti hanno comprato ed il mercato crolla al primo segno di instabilità.. Ed il ciclo ricomincia..

Sono parole di un ministro, mica le mie..
avatar
vaffankiappolo

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 20.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  giorgio il Gio Ott 16, 2008 8:56 pm

mi sembra di averlo scritto come premessa che non è mai attecchito e che mai attecchirà, ben altra cosa però è il liberismo scellerato che ha portato a questo disastro finanziario, che poi tanto liberismo non è, visto e considerato che esistono gli albi professionali e spesso questi sono inaccessibili se non con la chiave giusta. Non sono un sognatore nè tanto meno un rivoluzionario, vorrei solo che lo Stato si comporti come tale e offra alle persone quei servizi che man mano stanno lasciando spazio alle privatizzazioni: strade, trasporto pubblico, sanità, CASA, uffici di collocamento, scuola e chi più ne ha, più ne metta.
Forse chi abita a Calitri, non perchè sia stupido, non può capire cosa vuol dire affittare una casa, io pago 600 euro al mese più spese per 50 metri quadri, chi sta a Roma o a Milano forse addirittura il doppio, se chiedi un mutuo è come andare in autostrada contro mano, in più sei costretto ad avere un'auto, perchè i mezzi pubblici sono carenti sia come orari che come fasce di percorrenza. Il comandamento primo è non ammalarsi mai, perchè sei costretto a comprare medicinali che costano tanto e se hai bisogno di una visita sei già guarito quando hai possibilità di farla. Per lavorare devi necessariamente passare in un agenzia interinale, a scuola sei costretto a comprare libri che spesso gli stessi professori diranno che fanno schifo e ti faranno studiare su dispense fatte in casa, le strade gratuite fanno schifo, quelle a pagamento... Pure! Però siamo liberi, con Stalin, Hitler o Mussolini mi avrebbero già arrestato, che consolazione!!
avatar
giorgio

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 26.03.08
Età : 39
Località : padova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  oile il Gio Ott 16, 2008 9:32 am

Capisco la tua ideologia politica,però mi devi dire in quale parte del mondo il comunismo ha prodotto benessere ed eguaglianza e se esiste uno stato con regole etiche valide per tutti.Questa tua teoria non viene applicata nemmeno tra le "COOP" e sappiamo per chi votano ,e non solo, le COOP.In Russia ,in Cina ,nei paesi dell'est europeo, dopo anni di ideologie marxiste socialiste dove tutti vestivano allo stesso modo, alla caduta dei "muri" si è scatenato un capitalismo selvaggio e mafioso che sta minando le regole dei paesi occidentali .Le banche,purtroppo,nostro malgrado, dovranno beneficiare del denaro pubblico se sarà necessario, altrimenti sarà la fine per tutta l'economia ,anche se in Italia, pare, che non ci sia bisogno.L' ideologia "tutti uguali" vale solo verso Dio,se si è credenti,ma spiritualmente !

oile

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 29.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  giorgio il Mer Ott 15, 2008 11:27 pm

Il comunismo, inteso come ideale, non come dittatura, non attecchisce e mai attecchirà per un motivo semplice, è contro la natura dell'uomo, il capitalismo, invece, asseconda l'avidità e l'egoismo umano oltre ogni limite logico, la fame di potere, il desiderio di avere più di tutti a tutti i costi, anche se vuol dire che la tua ricchezza è la miseria e la fame di altri.
Per impedire che i poveri vengano sopraffatti, dovrebbe esistere uno Stato con regole etiche valide per tutti, ciò che in Italia non avviene, visto che chi ci governa le regole le fa a partita in corso.
La cosa assurda è che le banche che ci hanno dissanguato, oggi in crisi, beneficeranno di denaro pubblico per sopravvivere, ciò significa che prenderanno altro nostro sangue. W il capitalismo!
avatar
giorgio

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 26.03.08
Età : 39
Località : padova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  vaffankiappolo il Mer Ott 15, 2008 4:38 am

Francamente credo che siano stati investiti dalla crisi principalmente "gli avidi", cioè tutti coloro che si sono fatti attrarre da facili guadagni (7% annuo etc etc). Le persone assennate investono su titoli sicuri, tipo i Bot, che assicurano un minimo interesse annuo, ma che non possono svalutarsi, a meno che non fallisca tutto lo Stato.
E poi, lasciatemi dire a tutti quelli che credono che la via da perseguire sia quella del capitalismo e del liberalismo economico che questa crisi è la dimostrazione reale che anche questo piano, come quello comunista, è fallito o destinato a fallire.
Spero di non sentire più frasi come
"Il comunismo è fallito e ha fallito. Il liberalismo è la forma economica corretta", perchè è una grande boiata..
avatar
vaffankiappolo

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 20.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  alexx94 r calitr il Ven Ott 10, 2008 5:11 pm

basterebbe il 15% del denaro usato per la costruzione delle armi per sfamare tutta la popolazione mondiale pensate un po' affraid
avatar
alexx94 r calitr

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 09.04.08
Località : calitri

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  oile il Gio Ott 09, 2008 4:38 pm

E meno male, nostro malgrado, i governi riescono ad intervenire con fondi per salvare le banche!
La globalizzazione, la corsa all'arricchimento veloce, la caduta delle ideologie nei paesi ...cosi' detti comunisti, la mancanza di regole nei settori ,le speculazioni selvagge da parte di certi "pescicani" della finanza hanno prodotto quello che è successo. Ora ci dobbiamo augurare che ci sia solo buonsenso e cooperazione da parte di tutti,altrimenti sarà un vero disastro per gli sprovveduti.
Per quelli del terzo mondo spesso mi viene da riflettere e pensando,solo per l'Italia, agl'incaggi e stipendi dei calciatori ,senza parlare di altre categorie privilegiate,quante cose utili si potrebbero realizzare per quei popoli: provate a sommare tutti questi soldi e vedete dove si arriva!!! Sad Sad Sad

oile

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 29.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Crisi finanziaria

Messaggio  admin il Gio Ott 09, 2008 9:42 am

Cari amici,
ormai da qualche giorno è scoppiata anche in Italia la crisi finanziaria e bancaria.
Sino a un paio di settimane fa sembrava che la cosa non toccasse se non molto marginalmente il nostro Paese; ora, invece, la creazione da parte del Governo di un fondo da mettere a disposizione delle banche fa pensare che il coperchio della pentola stia per saltare.
Cosa ne verrà fuori? Molti se lo staranno chiedendo, e, se anche la crisi non coinvolgerà quanti non hanno risparmi legati a investimenti ad alto e medio rischio, è certo che tutti ne saremo gravati nei piccoli gesti e consumi della vita quotidiana.
E' questa credo, la cosa più scandalosa di tutta la crisi: i governi creano fondi per evitare il collasso delle banche, ma tali fondi - proprio perchè pubblici - finiscono sempre per essere pagati dai cittadini.
Le banche, così, che prima hanno guadagnato (e speculato) grazie al denaro dei risparmiatori, ora vengono dagli stessi risparmiatori salvate...
Non si può, ormai, non di parlare di recessione e, con la scusa che le responsabilità sono interconnesse e sovranazionali, alla fine pochi, pochissimi pagheranno.
Non dimentichiamo, infine, che - essendo la crisi mondiale - se per i paesi occidentali è grave, per quelli del terzo mondo - già poveri - diverrà ben presto tragica... forse che sia giunto il momento di ripensare a questo modello economico, così sregolatamente capitalistico ed utilitaristicamente "globale"?

_________________
Marco - www.itacamedia.it
avatar
admin
Admin

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 39
Località : Calitri

Visualizza il profilo http://www.itacamedia.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Crisi finanziaria

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum